Sandbox Windows 10 – Un luogo sicuro per sperimentare

Sandbox Windows 10 – Un luogo sicuro per sperimentare

Con l’ultima versione di Windows 10 la 19.03 (May Update), la Microsoft ha rilasciato per tutti una nuova funzionalità davvero interessante. Si tratta della Sandbox Windows 10, altro non è che una esecuzione di windows isolata dal sistema principale.


Windows Sandbox è un nuovo ambiente desktop leggero su misura per l’esecuzione sicura di applicazioni isolate

Consente di fare qualsiasi tipo di installazione / modifica al sistema o altro, senza intaccare il vostro computer. Una volta chiusa questa applicazione tutti i dati in essa presente e le relative modifiche effettuate dall’utente vengono distrutte senza lasciare traccia.

Prerequisiti

  • Windows 10 Pro o Enterprise aggiornati alla 19.03
  • Computer a 64Bit
  • Virtualizzazione Hardware abilitato nel Bios
  • 4GB di Ram (8GB consigliato)
  • 1GB di spazio su disco
  • CPU almeno Dual Core

Verifica del sistema

Per prima cosa verifichiamo che tutto sia a posto e che il nostro computer soddisfi i requisiti necessari. Cominciamo a cliccare su Start e dalla tastiera digitiamo Gestione Attività

Da Gestione Attività, spostandoci nel Tab Prestazioni, possiamo recuperare tutte le informazioni che ci interessano per capire se il nostro computer possiede i giusti requisiti. Nell’immagine a corredo si evince che il computer in esame ha 16GB di Ram, il sistema di Virtualizzazione è abilitato (Seguirà guida su come abilitare questo componente), ed ha almeno due core.

Una volta stabilito che il computer è compatibile, passiamo ad installare la funzionalità Sandbox, facciamo click su Start e dalla tastiera digitiamo Funzionalità

Ci verrà mostrata la finestra di scelta delle funzionalità aggiuntive installabili, scorrendo l’elenco andiamo a cercare la voce Sandbox di Windows per installarla basterà spuntare questa voce e premere ok

Adesso il sistema scaricherà i componenti necessari e li abiliterà in maniera totalmente autonoma, non dovremmo fare altro che attendere la fine di questo processo.

Una volta completata l’installazione bisognerà riavviare il computer per permettere il caricamento dei componenti necessari. Al riavvio dal menù Start digitando Sandbox sarà disponibile l’applicazione.

All’avvio ci ritroveremo davanti ad una finestra con un desktop perfettamente funzionante, all’interno di questo ambiente potremmo effettuare tutti i test e le prove di installazione che vogliamo, consapevoli del fatto che chiudendo la finestra di Sandbox tutto verrà resettato e non ne resterà traccia.

In chiusura vi lascio un breve video che fa intuire quanto sia semplice utilizzare questo metodo per testare le installazioni nel proprio computer senza rischiare nulla in termini di sicurezza e compatibilità.

Giuseppe Restuccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *