Manjaro – La distribuzione Linux per sostituire Mac e Windows

Manjaro – La distribuzione Linux per sostituire Mac e Windows

Manjaro Linux è basata su Arch Linux, ma utilizza dei repository propri. La distribuzione si propone di essere facile da usare, altamente personalizzabile pur mantenendo la struttura base di Arch. In particolare il gestore dei pacchetti Pacman e la compatibilità con gli Arch User Repository (AUR).

Anche se riconducibile ad Arch, Manjaro differisce dalla distro di partenza per la predisposizione di un set di prima installazione completo, potendo installare già da subito un ambiente desktop come KDE o XFCE. Alta caratteristica fondamentale è la presenza di diversi tools di autorilevamento dell’Hardware, già dalla fase di installazione è in grado di rilevare la scheda video e di installarne i driver appositi.

Anche Manjaro è una distribuzione Rolling release, quindi il rilascio degli aggiornamenti è costante, anche se con qualche giorno di ritardo rispetto ad Arch, almeno per quanto riguarda gli aggiornamenti comune mentre per quelli di sicurezza il ritardo ridotto al minimo.

Caratteristiche e specifiche

  • Gli sviluppatori segnalano che gli aggiornamenti non saranno mai invasivi ma si limiteranno ad essere segnalati come disponibilità, sarà poi cura dell’utente scegliere il momento più opportuno per eseguire l’updrage.
  • Nessun servizio cloud presente nella distribuzione, così come dicono gli sviluppatori “i dati sono vostri non nostri“.
  • Il sistema prevede degli scenari di utilizzo come Sviluppatore, Analista, Grafico ecc ecc. Esiste una tabella esplicativa raggiungibile cliccando qui

Prossimamente eseguiremo un focus su questa distribuzione analizzandone l’installazione e la prima configurazione.

Giuseppe Restuccia

Un pensiero su “Manjaro – La distribuzione Linux per sostituire Mac e Windows

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *